Barcellona, 23/02/2016 - Accenture (NYSE:ACN) e SEAT hanno condotto uno studio di fattibilità che esplora le opportunità di nuovi servizi resi possibili dall’Internet delle cose (Internet of Things - IoT) e dalla connettività in auto. Il progetto è stato presentato da Accenture in occasione del Mobile World Congress a Barcellona, in Spagna. La soluzione è basata su tre elementi: connettività auto-casa (car-to-home), avvisi sullo stato della vettura e una funzione di monitoraggio dello stile di guida del conducente. Attualmente, la Casa spagnola sta valutando le possibili soluzioni di connettività con la vettura per individuare quella più adatta.

La funzione che controlla lo stato della vettura consente agli utenti dell’App di riprodurre gli elementi del cruscotto sul proprio dispositivo mobile ovunque si trovino ed essere così in grado di visualizzare dati come i livelli dei liquidi, per esempio carburante e olio, sia in viaggio sia mentre la vettura è parcheggiata.

L’App consente la ricezione di avvisi e segnali di allarme su dispositivi mobili, segnalando potenziali problemi al motore o ai componenti. Insieme ad ogni messaggio d’errore verranno visualizzate le informazioni rilevanti tratte da un manuale d’uso elettronico della vettura e anche l’assistenza stradale è integrata nel design dell’App. In caso di guasto, potranno essere condivisi con la società che deve intervenire informazioni dettagliate sui componenti danneggiati, nonché sulla posizione attuale del veicolo.

L’App è stata studiata per consentire la ricezione di messaggi da parte delle Concessionarie, per esempio per avvisare gli utenti che occorre sostituire un componente o per ricordare loro che è il momento di una visita in officina. L’App visualizzerà costi e offerte delle singole Concessionarie e sarà anche in grado di integrarsi con applicazioni calendario per fissare l’appuntamento.

Grazie a questa tecnologia i conducenti potranno inoltre monitorare il loro comportamento alla guida. Applicando un algoritmo adattivo ai dati storici memorizzati e a quelli più recenti (raccolti durante ogni viaggio), l’App può offrire al conducente suggerimenti su come migliorare le proprie tecniche di guida e mostrargli consigli e raccomandazioni per ottimizzare le prestazioni della vettura, guidare in modo ecologico ed economico, riducendo consumi di carburante e interventi di manutenzione imprevisti.

Nel Proof of Concept la funzione car-to-home utilizza la connettività mobile per permettere ai conducenti SEAT di controllare a distanza le utenze domestiche connesse. Integrando la geo-localizzazione nell’App è possibile, per esempio, programmare automaticamente la stessa temperatura interna della vettura anche da casa, se l’auto si trova parcheggiata a breve distanza. Il Proof of Concept consente inoltre di programmare a distanza, dal cruscotto della vettura, il termostato che controlla il riscaldamento centrale dell’abitazione. In modo analogo, possono essere controllati a distanza anche altri dispositivi come le luci di casa o le telecamere di sicurezza.

“L’App MY SEAT rappresenta un passo in avanti nel nostro posizionamento all’interno dell’ecosistema dei veicoli connessi”, ha dichiarato Pablo Barrios, Global Head di Digital Marketing e CRM di SEAT. “Grazie a questa nuova App instaureremo con i Clienti un dialogo permanente, personalizzato e incentrato su temi d’interesse, con molti vantaggi sia per loro che per SEAT”.

Il Proof of Concept è basato su Connected Platforms as a Service (CPaaS) di Accenture, la piattaforma aperta IoT utilizzata a livello mondiale, che per questo progetto è stata ottimizzata per la suite Azure IoT di Microsoft. Questa soluzione ha consentito a SEAT e Accenture di passare rapidamente dall’ideazione alla realizzazione e all’implementazione di un approccio IoT specifico per il settore.

“Per un’azienda, sperimentare in questo modo con soluzioni IoT è essenziale per individuare dove sia possibile creare valore”, ha dichiarato Joan Cavallé, direttore del reparto Automotive di Accenture. “In questo progetto con SEAT siamo stati in grado di sviluppare rapidamente una soluzione specifica per il settore che dimostra il potenziale dell’Internet delle cose nell’ecosistema dei veicoli connessi. La possibilità di un’interazione anche con il mondo della casa connessa e con dispositivi mobili è un’indicazione per il futuro e di come sarà effettivamente il ‘mondo connesso’ nell’arco di pochi anni”.

Accenture ha collaborato con SEAT all’inizio di quest’anno per aiutare la Casa di Martorell a studiare una strategia per la vettura connessa.